XVI edizione del Festival Internazionale del Teatro di Figura di Pinerolo

LUDMILA RYBA
Nata in Polonia, dal 1977 lavora in teatro tra Italia e Francia.

Dal 1979 al 1992 ha fatto parte del Teatr Cricot 2 di Tadeusz Kantor, come traduttrice e come attrice, partecipando a tutti gli spettacoli: Wielopole Wielopole (1980), Crepino gli artisti (1985), Qui non ci torno più (1988), Oggi è il mio compleanno (1990), e al cricotage La macchina dell’amore e della morte (1987).
E’ stata interprete e assistente di Kantor negli atelier da lui condotti alla Civica Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi a Milano nel 1986, e al Festival d’Avignone nel 1990.
Nel 1992 è assistente di Roman Siwulak, anche lui ex attore di Kantor, in un laboratorio alla Civica Scuola di Milano, e nel 1995, ancora con Siwulak, nell’atelier Magellano a La Fonderie di Le Mans.
Nel 1994-95, insieme con alcuni membri del Teatro Alkaest, realizza un laboratorio teatrale con le detenute del carcere S. Vittore di Milano.
Dal 1994 collabora frequentemente, in Francia, con la “Compagnie du Singulier” creata da Marie Vayssière :
- nel 1994-95 recita in En Passant, tratto dal Così parlò Zarathustra di F. Nietzsche, regia di Marie Vayssière;
- nel 1996 è assistente di Marie Vayssière per lo spettacolo Le Marin di F. Pessoa.
- nel 1997-1998 recita in Barbablù di Georg Trakl, regia di Marie Vayssière.
- nel 2000-01 recita in Il faut faire plaisir aux clients, tratto da Rabelais, regia di M. Vayssière.
- nel 2002 è assistente di M. Vayssière per lo spettacolo Il Cilindro di Eduardo de Filippo alla scuola del Théatre National de Bretagne di Rennes.
- nel 2004 assiste M. Vayssière in un atelier su Enrico VI di W. Shakespeare alla scuola del TNB.
- nel 2005 recita in Tartarin de Tarascon di Daudet, regia di M. Vayssière per il Théâtre National de Bretagne.
- nel 2007 assiste M. Vayssière in uno stage su Tous tant qu’ils sont di Suzanne Joubert alla scuola di TNB.
- sempre nel 2007 recita in Lampedusa Beach di Lina Prosa, regia di M. Vayssière.
Nel 2001-02, in Italia, recita in Arie dal Macbetto, da Giovanni Testori, regia di Gilberto Colla.
Nel 2003 a Milano recita in La notte di Elie Wiesel, regia di Gianluca Guidotti
Nel 2005 recita con “Équipe de Création Théâtrale” in Souvent je murmure un adieu…, tratto da Maeterlinck, allestito da Chantal Morel alla Maison de la Culture di Grenoble.
Ha diretto diversi laboratori e stages sul teatro e sulle pratiche teatrali di Tadeusz Kantor:
- nel 1998 un laboratorio per studenti all’Università di Cosenza.
- nel 1998 e nel 2000 stages per attori all’Università del Minnesota a Minneapolis.
- nel 2000 un laboratorio ad Avignone con la compagnia Mises en Scène.
- nel 2002 uno stage al Centre for Performance Research di Aberystwyth, in Gran Bretagna.
- nel 2008 un laboratorio alla Città del Teatro di Cascina nell’ambito della rassegna “Frontiere in metamorfosi”.
Nel 2001 cura la regia di Orange Grove di Gulgun Kayim, con la compagnia Skewed Visions di Minneapolis.
Nel 2004 mette in scena Dibbuk, liberamente tratto da An-ski,
e nel 2007 Notes of the Black Bird, con testi di Kafka, Eschilo e Dante, entrambi allestiti al Dipartimento di Teatro dell’Università del Minnesota.
Nel gennaio 2009 ha tenuto una conferenza sul teatro di Kantor all’Università di Utrecht e ha partecipato ad una conferenza sull’arte di Kantor organizzata dall’Istituto Polacco di Cultura di New York.