Stacks Image 1473

TRANSITION PUPPET LAB
HISTOIRE DU SOLDAT - RAMUZ - STRAVINSKIJ
sabato 9 giugno ore 21.00
Sala Italo Tajo
ingresso: biglietto unico 5€

HISTOIRE DU SOLDAT - RAMUZ - STRAVINSKJ

Trascrizione per trio di Igor Stravinskij: Angelo Palmisano
Violino: Eleonora Liuzzi
Clarinetto:
Giacomo Alfano
Pianoforte: Dolores Privitera
Regia, adattamento teatrale, marionette e burattini: Damiano Privitera
Manipolazione, narrazione e coreografie: Amalia Franco, Marta Di Giulio
Scenografie e costumi: Mariella Carbone
Luci e scenotecnica: Veronica Raccosta, Roberto Buresta

TRANSITION PUPPET LAB

La compagnia è attiva da tre anni e ha come obiettivo indagare su cosa voglia dire “marionetta cotemporanea”. In questo lavoro dell’Histoire du Soldat si sono trovati spunti drammaturgici e complicità per affrontare questa ricerca. Si è declinata in teatro di marionette l’estetica musicale moderna di Igor Stavinskij, con figure che ne potessero rappresentare l’intento innovatore che porta verso la contemporaneità.
Un lavoro che rilegge in chiave marionettistica l’Histoire du Soldat, opera da camera del 1918 composta da Igor Stravinsky su libretto di Charles-Ferdinand Ramuz.
Stravinskij, ridotto in povertà dalla Rivoluzione Russa, pensò bene di ideare un’opera teatrale da mettere in scena con un piccolo teatro ambulante, da presentare nei villaggi della Svizzera. L’ispirazione è tutta russa: il soggetto trae spunto da alcune fiabe popolari, riconducibili al tema del patto col diavolo del Faust.